Torna a inizio pagina

Che fine ha fatto Gastronauta?

Scoprilo qui

Polpo e patate: come fare la ricetta must dell'estate

Polpo e patate: un piatto fresco e saporito, da portare anche sulla spiaggia



Quando sento "polpo e patate" il mio pensiero va a quel piccolo chiosco di Barceloneta, dove mi rifugiavo quando avevo voglia di pulpo á feira, la versione galiziana della ricetta che, oltre ai due ingredienti essenziali, prevede l’aggiunta di paprika dolce e piccante.

Il polpo (o piovra), da non confondere con il polipo, è un mollusco eclettico e gustoso

Il polpo, o piovra (ebbene sì, sono sinonimi), è un mollusco cefalopode della famiglia Octopodidae, la stessa a cui appartengono anche seppie, moscardini, calamari e totani. Nonostante il nome sia quasi uguale, il polpo e la piova non c'entrano nulla con il polipo che invece appartiene alla famiglia phylum Cnidaria, la stessa dei coralli.

Il polpo vive nei bassi fondali, non oltre i 200 metri di profondità e ha la capacità di adattarsi, grazie al suo corpo, a diversi nascondigli e di assumere colori vari per mimetizzarsi contro i predatori. Ha un corpo riconoscibilissimo, grazie agli otto tentacoli (la cui lunghezza varia dai 40 cm a 1 m), su ognuno dei quali si trova una doppia fila di ventose. A centro dei tentacoli c'è la bocca. Il peso del polpo varia dai 500 g agli 8 kg, le piovre generalmente hanno dimensioni maggiori.

Questo molluschi sono molto gustosi e in cucina si prestano a svariate ricette di pesce. Vanno bene come antipasto (l'insalata di polpo, da solo o con le patate, è un must), è ottimo anche come secondo (la sua morte è in umido) e funziona anche per preparare saporiti sughi per condire la pasta. Inoltre sono magri e ricchi di proteine, ideali per chi vuole mangiare in maniera sana, senza rinunciare al gusto.

Il polpo e patate è la schiscetta ideale per i pic nic sulla spiaggia, ma non sottovalutatelo: nonostante sia semplice da preparare, non è per niente sbrigativa a causa della lunga cottura del mollusco.
Polpo e patate

Ingredienti

Per 4 persone

  • 1 polpo già pulito (da 1 kg)
  • 6 patate grandi
  • sale
  • prezzemolo
  • limone
  • olio extravergine d’oliva

 

Procedimento

Come preparare insalata di polpo con le patate

  1. Lavate il polpo in maniera accurata, badando a eliminare ogni granello di sabbia.
  2. Fate bollire dell’acqua salata in una pentola abbastanza capiente che possa contenere l’intero mollusco.
  3. Immergete il polpo (tenendola dalla testa, con i tentacoli in basso) e cuocetelo per 40 minuti, controllandone la morbidezza con la punta della forchetta.
  4. Quando è cotto, scolatelo e lasciatelo riposare.
  5. Appena è tiepido, tagliatelo a tocchetti non troppo piccoli che metterete in una larga ciotola.
  6. Lavate le patate e cuocetele, senza togliere la buccia, nella stessa acqua del polpo.
  7. Quando le patate sono pronte (dopo circa 20 minuti) scolatele, sbucciatele e tagliatele a pezzi grossi.
  8. Mettetele nella ciotola del polpo, condite con abbondante prezzemolo, olio extravergine d’oliva, limone.
  9. Sistemate di sale, mescolate il tutto.
  10. Prima di mangiarlo, lasciate riposare il polpo in frigo.

ADV

Leggi anche


Grigliata perfetta: quali carni e quali birre?

Cristina Rombolà il 14 lug 2021

Frollatura del pesce, cos’è e a cosa serve

Andrea Febo il 21 giu 2021

Cara mi costò quella acciuga

Davide Paolini il 08 giu 2021