Torna a inizio pagina

Che fine ha fatto Gastronauta?

Scoprilo qui

Viaggio nel Veneto aspettando Gourmandia

Non di solo cibo si nutre il Gastronauta


Il viaggio è una componente fondamentale della filosofia del Gastronauta e della sua dieta quotidiana, perché non bisogna limitarsi a gustare, a visitare ciò che è già conosciuto o dedicarsi solamente all’una o all’altra attività. Cibo e territorio vanno a braccetto. Bisogna scoprire ciò che non si conosce, abbandonarsi al gusto dell’ignoto, guardare con occhi nuovi ai paesaggi, durante diverse stagioni.

È così che in attesa di Gourmandia, la manifestazione enogastronomica che ci porterà dal 14 al 16 maggio alle Fiere di Santa Lucia di Piave in compagnia di 150 artigiani del gusto e i migliori chef nazionali, abbiamo deciso di presentarvi prima di tutto il territorio circostante: un cocktail benvenuto di panorami, architetture e musei, che si accompagna alla perfezione a quello che sarà un weekend all’insegna del gusto. Rizzate le orecchie amanti delle gite fuori porta e dei fine settimana a cui attaccare il lunedì: potreste pensare di trattenervi in zona per qualche giorno.
Santa Lucia di Piave
Il nostro viaggio non può che partire proprio da Santa Lucia di Piave, una piccola ma graziosa località in provincia di Treviso. Qui potrete visitare il Santuario cinque-seicentesco ed una tra le più belle chiese neo-gotiche della provincia, riccamente decorata all’interno da artisti locali. Come saprete, questa regione pullula di Ville Venete che stregano gli occhi e ne potrete trovare anche qui intorno: Villa Corner Campana e Palazzo Ancillotto.

Poco distante da Santa Lucia di Piave c’è Conegliano, conosciuta anche come “perla del Veneto”. Per chi non c’è mai stato, il Castello è il suo tratto più caratteristico: salendo le scale all'interno della torre si rivivono momenti di storia e si gode di una vista mozzafiato, quando si arriva in cima. Nel centro storico si sviluppa l’antica via XX Settembre (Contrada Granda) che insieme a Piazza Cima, rappresenta il cuore della città.
Treviso
Spostandoci un po’ di più là c’è Treviso, la città che per i gastronauti è sinonimo di “radicchio”. Edifici storici e strette viuzze medievali, antichi mulini ad acqua, canali pittoreschi e bellissimi porticati caratterizzano l’immagine di questa città tutta da scoprire, che dall’alto della torre di Palazzo dei Trecento in Piazza dei Signori appare in tutta la sua bellezza.

Padova e Venezia le conoscete sicuramente, così chiudiamo il nostro breve viaggio a Castelfranco Veneto, che si conosce soprattutto per aver dato i natali all’artista Giogione. Cibovagando per la città potrete scovare diverse sue opere, di cui la più famosa: la Pala di Castelfranco che si trova nel Duomo di S. Maria Assunta, all'interno della Cappella Costanzo.

Dopo tanto girovagare vi siete meritati una pausa da leccarsi i baffi. Per questo vi consigliamo una sosta al Ristorante Gellius ad Oderzo. Cosa vi consigliamo? Fatevi di sicuro guidare dall'abile chef Alessandro Breda (che troverete anche in un cooking show a Gourmandia), noi però vi suggeriamo di cominciare dai bottoni di spinacine e... buon appetito!

Contatti

RISTORANTE GELLIUS

Calle Pretoria, 6 Oderzo (TV)
0422.713577
info@ristorantegellius.it
www.ristorantegellius.it

ADV

Leggi anche


Un vino rosé fa primavera

Cristina Rombolà il 24 mar 2021

Italian Signature Wines Academy consiglia...Dedicato a Walter di Allegrini Poggio Al Tesoro

La Redazione il 22 lug 2020

Italian Signature Wines Academy consiglia...Il Cartizze "La Rivetta" di Villa Sandi

La Redazione il 10 giu 2020