Torna a inizio pagina

Che fine ha fatto Gastronauta?

Scoprilo qui

Come preparare il pancake salato

Pancake salato, una ricetta perfetta per il brunch o per uno sfizioso spuntino



Il piatto di oggi non è il classico pancake a cui siete abituati ma una mia rivisitazione in chiave salata.

Per creare un legame fra il dolce del pancake ed il salato del salmone ho usato la liquirizia. La trovo una buona idea per un brunch domenicale originale, ma anche per uno spuntino sfizioso… Cosa ne dite? 

Ingredienti

Ingredienti per 20 pancake

Per il condimento:

  • 1 trancio di salmone
  • Liquore alla liquirizia Scuppoz
  • 300 g di sale
  • 300 g di zucchero
  • mirtilli
  • 1 confezione di philadelphia
  • burro
  • erba cipollina


Per i pancake: 

  • 230 g di farina 00
  • 50 g di zucchero
  • 7,5 g di bicarbonato
  • 2 g di sale fino
  • 210 g di yogurt bianco intero
  • 50 g di burro fuso
  • 3 uova
  • semi di mezza bacca di vaniglia
  • Panna acida (460 ml di panna fresca + 25 ml di aceto bianco)

 

Procedimento

Come preparare il pancake salato

1. Andremo inizialmente a marinare il salmone nel liquore alla liquirizia per 1 h (30 minuti per lato). La quantità di liquore da utilizzare dipende dalla grandezza del salmone scelto. Dopo 30 minuti girate il salmone dall’altro lato.

2. Passato questo tempo faremo una seconda marinatura del pesce, ovvero con sale e zucchero. Unite in egual misura il sale e lo zucchero in una ciotola e mescolate per bene (la quantità dipende dalla grandezza del salmone che dovremo ricoprire). Prendete una pirofila e distribuite una base uniforme del composto sale-zucchero, adagiateci sopra il filetto di salmone marinato e ricopritelo con altro sale e zucchero.

3. Lasciate il salmone sotto sale-zucchero per circa 10/12 ore (anche se il tempo dipende dalla grandezza del salmone). Una volta completata la marinatura lavate bene il salmone sotto l’acqua corrente, asciugatelo e tagliatelo a fettine sottili.

4. Panna acida: la potete comprare già pronta, ma vi assicuro che è semplicissima da fare e sarà molto più buona se fatta da voi. Basterà infatti mettere in una ciotola la panna e l’aceto, mescolare col cucchiaio e fare riposare per 15/20 minuti in modo da far addensare il composto.

5. Pancake: mescolate in una ciotola gli ingredienti secchi.

6. In una seconda ciotola, amalgamate con molta cura quelli umidi ad eccezione della panna acida (solo: yogurt, burro fuso, uova e vaniglia).


7. Dopo aver amalgamato bene gli ingredienti uniteci la panna acida e continuate a mescolare col cucchiaio.

8. Quando tutto è ben amalgamato aggiungete a pioggia gli ingredienti secchi e mescolate con una frusta.

9. Cottura pancake: imburrate una padella e mettetela sul fornello a fuoco basso. Mettete il composto del pancake nella padella (poco meno di un mestolo per ogni pancake, ma dipende molto dalla grandezza della padella e del pancake che volete fare). Lasciate cuocere il pancake un paio di minuti da un lato, controllate che sia ben dorato ed aiutandovi con una paletta giratelo (dovete essere abbastanza veloci nel farlo).

10. Posizionate sopra ogni pancakes il philadelphia (non troppo, dobbiamo valorizzare di più il salmone), le fette di salmone e i mirtilli. Guarnite con dell’erba cipollina se la gradite.
Buon appetito!

Fotografie di Silvia Pozzati ©

Cotto al dente: non potrebbe esserci nome più azzeccato per il mio blog! Infatti sono Dentista di professione e chef per passione..i miei amici però sono in genere più felici di incontrarmi in cucina, piuttosto che in camice e mascherina. Mi piace infatti reinventare ricette classiche e sorprenderli con sapori nuovi e inaspettati.

ADV

Leggi anche


Tequeños, la ricetta venezuelana

Francesca Palenzona il 17 giu 2021

Giardiniera fatta in casa

Francesca Palenzona il 07 giu 2021

Ricette per diete aproteiche

Davide Paolini il 09 mar 2021