Torna a inizio pagina

Che fine ha fatto Gastronauta?

Scoprilo qui

Altro che Black Friday, il nostro Venerdì è Verde

La start up fiorentina, dedicata alla spesa da produttori e artigiani locali, lancia il Green Friday


Cosa sia il Black Friday è impossibile non saperlo, data la martellante pubblicità che leggiamo ovunque e che ci raggiunge ogni giorno nelle nostre caselle di posta elettronica. Il fatto che questa tradizione americana, di consumismo superfluo e sfrenato, sia entrata prepotentemente nella nostra cultura è un po’ un mistero, come quello di Halloween, ma ci riguarda poco in questa sede.

Più interessante invece è svelarvi cosa sia il Green Friday, una trovata tutta italiana che propone una versione alternativa, intelligente, ecologica e sostenibile del venerdì nero, colorandolo di verde. A lanciare il Green Friday è Genuino.Zero, la start up fiorentina che consegna a domicilio i prodotti di contadini e artigiani locali. Il Green Friday non dura un giorno, come il Black, ma un’intera settimana e ha come obiettivo quello di supportare le botteghe indipendenti e le micro produzioni artigianali, non solo food, in un periodo buio in cui a soccombere sono soprattutto le piccole aziende.

Dal 23 al 30 novembre, quindi, anziché andare a caccia del ribasso, fatevi un giro nel sito di Genuino Zero per scoprire le belle attività locali, artigianali, che realizzano i loro manufatti con lentezza, senza la fretta e la standardizzazione della produzione industriale, e dando il giusto valore alla manodopera, capitale umano che non va sfruttato e non può avere sconti, né sottocosti. Genuino.Zero ha selezionato alcune “botteghe” amiche, accomunate da un unico fil roouge: sono imprese femminili, sostenibili, artigianali e indipendenti. Nella settimana che tutto il mondo dedicherà agli acquisti senza senso a basso prezzo, la start up di Chiara Brandi va controtendenza, selezionando pochi prodotti, ma buoni e a prezzo equo e sostenibile.

Si va dai complementi d’arredo per tavola e cucina di Waxmore, realizzati con stoffe Wax e con progetti di inclusione sociale agli oggetti in cotone 100% naturale per la casa e la cura della persona, ricamati a mano e totalmente riciclabili di T.Art.Lab. Non possono mancare i libri dell’indipendente e di quartiere Libreria OnTheRoad perché leggere è un bene essenziale e ci permette di viaggiare con la mente, anche se siamo chiusi in casa. Insomma, essere verdi in un venerdì nero è possibile. Basta andare sul sito www.genuinopuntozero.it e, insieme a una spesa consapevole e ragionata, potete scegliere i vostri acquisti sostenibili.

Contatti

Genuino.Zero

Piazza Madonna della Neve 7 (c/0 Murate Idea Park), Firenze
info@genuinopuntozero.it
www.genuinopuntozero.it

ADV

Leggi anche


Toscana, il prosciutto di piccione e le altre follie di Carlo Giusti

Andrea Febo il 20 mag 2021

Firenze, la spesa sostenibile di Genuino Punto Zero

Valentina Paolini il 12 mag 2021

Calabria, le api di Francesca sulle colline di Tropea

Cristina Rombolà il 12 mag 2021