Torna a inizio pagina

Che fine ha fatto Gastronauta?

Scoprilo qui

Parmesan d'America

Il trattato di libero scambio tra Usa e Ue divide sulla tutela di Dop e Igp


Le elezioni europee hanno polarizzato per poco l'attenzione; peccato che poi sull'Unione Europea cadrà il silenzio anche su problemi di grande interesse, quali il cibo. Un esempio è il Partenariato Transatlantico per il Commercio e gli Investimenti (Ttip). Con questa sigla è stato definito il trattato di libero scambio per il commercio fra gli Usa e l'Unione Europea. Un confronto che divide: chi lo definisce una truffa, chi invece una straordinaria opportunità di generare nuovi e importanti business.

Questa trattativa tocca anche il nostro patrimonio agroalimentare, ovverosia tutti quei prodotti Dop e Igp, ben 249 specialità (primo Paese della Ue). Questo perché verrà in qualche modo riconosciuto, come "nella norma", quel fenomeno riconosciuto, attualmente come "truffa", quale "Italian Sounding" (quantificato in 10 volte il valore del nostro export agroalimentare negli Usa). Con queste definizioni vengono indicati quei prodotti similari agli autentici italiani, fabbricati negli Usa, commercializzati con nomi similari a prodotti Dop e Igp (gorgonzola cheese, american grana, parmesan eccetera).

Gli esperti americani sembrano irremovibili nel non riconoscimento delle denominazioni d'origine nazionali, tutelate dal sistema europeo che, secondo loro, danneggerebbero lo sviluppo sul mercato. Quindi via libera a Parmesan, Gorgonzola Cheese e ad altri nomi alimentari generici a discapito dei nostri giacimenti, frutto di storia, tradizione e identità territoriale. È possibile che si possa anche giungere a un compromesso, simile al trattato di libero scambio fra Italia e Canada .

C'è anche una posizione che vede positivamente il trattato perché dall'altro lato (Usa) verranno smantellate quote e barriere tariffarie ai prodotti agroalimentari (in primis formaggi), generando nuovi business e inoltre molti produttori considerano vincente il confronto qualitativo fra gli stessi prodotti made in Usa e made in Italy.

Sine qua non 

ADV

Leggi anche


10 prodotti da provare a Natale

La Redazione il 21 dic 2020

Il Parmigiano Reggiano non si può produrre fuori dal territorio

La Redazione il 09 dic 2020

Artigiani dimenticati

Davide Paolini il 23 nov 2020