Torna a inizio pagina

Che fine ha fatto Gastronauta?

Scoprilo qui

Salento: i vini biologici del Duca Guarini

Nel Salento la storia millenaria di una famiglia di nobili viticoltori che producono vini biologici da uve autoctone



“Siamo una famiglia con oltre mille anni di storia. Dentro un bicchiere di vino c’è un mondo di esperienze umane, dentro il nostro c’è quello di una famiglia che ha una storia millenaria e un forte legame col territorio”. Una storia millenaria…

Una storia di famiglia

L’Azienda Agricola Duca Carlo Guarini, situata nel crocevia di Scorrano (patria delle luminarie e dei fuochi d’artificio), a equidistanza dai principali centri d’arte del salento (Lecce, Otranto, Gallipoli e Santa Maria di Leuca), data la sua storia al 1065.

La famiglia è infatti di origine normanna e giunse nelle Puglie nell’XI secolo, al seguito degli Altavilla alla conquista e alla formazione del Regno di Sicilia.

La premessa è importante e quando arrivi alla cantina, a pochi passi dallo storico Palazzo Ducale Guarini, non viene disattesa.

Carlo Guarini, la ventiseiesima generazione di nobili viticoltori, ti accoglie con il tono elegante della voce d’attore, senza inflessioni e ti apre le porte della cantina settecentesca.
Carlo Guarini
Alte mura con volte a stella tipicamente salentine ma, cosa meravigliosa, qui si cammina letteralmente sul vino: sotto ai piedi ci sono 12 cisterne (da 5.000 a 15.000 litri l’una) scavate nella roccia e ancora in uso, “perché non c’è modo migliore per tenere il vino alla temperatura ideale, se non quello della roccia naturale”.

“Coltiviamo 700 ettari di proprietà tra tenute e masserie nel Salento. Abbiamo da sempre vigneti (oltre 60 ettari), oliveti, campi di ortaggi e cereali antichi, la tradizione è il nostro patrimonio ma non rinunciamo all’innovazione”.

Vini biologici prodotti in purezza da uve autoctone

Storia e innovazione è il mantra di Carlo Guarini e il percorso dell’azienda non fa altro che rimarcare queste caratteristiche.

Già nel 1114, il Conte Accardo Guarini, coltivava le sue vigne nella Tenuta Pìutri, in agro di Torchiarolo (Brindisi), a due passi dall’Adriatico. E da quelle stesse vigne, con quella stessa uva, l’azienda agricola Duca Carlo Guarini rilancia ancora oggi la sua sfida: la produzione di vini in purezza.

Poche etichette (350.000 bottiglie di cui il 35% per il mercato straniero) che danno vita al progetto “Tutti i colori del Negroamaro”: vini biologici certificati, di prestigio e grande qualità.
I vini biologici dell'Azienda Agricola Duca Guarini
La scala cromatica parte dallo spumante Piccole Bolle, passa dal Taerzia bianco fermo, approda al rosato Campo di Mare e infine arriva al rosso rubino del Nativo e al Pìutri, affinato in barrique, fruttato e di grande personalità. Tutto 100% Negroamaro in purezza!

“La nostra missione – continua Carlo Guarini – è tutelare il patrimonio vitivinicolo salentino, quello del Negroamaro, del Primitivo e della Malvasia nera.

Così nascono i nostri vini, da vitigni autoctoni vinificati in rosso, in rosato e in bianco. Tutti in purezza e biologici certificati, fatti con competenza e sincerità, alla ricerca sempre dell’espressione migliore dei nostri terreni, rispettando l’ambiente e i consumatori.

Perché solamente un vigneto coltivato senza l’uso di prodotti chimici, con passione e fatica, può rendere un vino “necessario”, garantendo l’immagine di chi lo produce, nel rispetto di chi lo consuma”.

Parole molto chiare che tracciano una via che ha radici antichissime e che guarda lontano nel futuro, garantendo qualità e sostenibilità.
I vini biologici dell'Azienda Agricola Duca Guarini

Non solo vini

Da alcuni anni l’Azienda Agricola Duca Carlo Guarini ha creato anche una linea agroalimentare di qualità: Le Masserie del Duca.

Dalle passate di pomodorini freschi e sughi pronti alle creme di carciofi, olive, peperoni, pomodori secchi, cipolle e mela verde; dall’olio alle olive denocciolate ai pomodori semisecchi sott’olio, dai cuori di carciofi alle cime di rapa con peperoncino.

Ortaggi freschi, raccolti e lavorati nella loro stagione, arricchiti dall’olio extravergine e dagli Agrumati prodotti nel frantoio aziendale. E poi confetture di pera, uva bianca e patate zuccherine, cotognata, gelatina di mosto di primitivo, mostarda di uva Malvasia nera, fichi secchi con mandorle…Una varietà infinita di prodotti a chilometro zero che non fa altro che aumentare l’amore che nutriamo verso il Salento.
L'olio biologico dell'Azienda Agricola Duca Guarini
L’Azienda Agricola Duca Carlo Guarini ha aperto da tempo le porte ai visitatori: è possibile visitare la cantina del Settecento, così come il frantoio ipogeo del Cinquecento; e si può anche pernottare nel meraviglioso Palazzo Ducale Guarini nel centro storico di Scorrano.

Da non perdere  l’esperienza della cucina salentina reinterpretata dalla chef Annamaria Cristino con il percorso di degustazione “Vini e Cucina”.

Una cena esclusiva nel bellissimo giardino della cantina, sotto l’antico pergolato, dove gustare il menù preparato con gli ingredienti di stagione delle tenute Duca Carlo Guarini, il pesce del mare del Salento, le specialità casearie locali.

Senza dimenticare il percorso di degustazione di vini “Tutti i colori del Negroamaro”. Se la vita è fatta di piccoli momenti da assaporare, una cena alla Cantina Duca Carlo Guarini è una esperienza piena di gusto!

Contatti

Azienda Agricola Duca Carlo Guarini

Via G. Sindaco 54, Scorrano (LE)
0836.460257
info@ducacarloguarini.it; shop@ducacarloguarini.it
www.ducacarloguarini.it

ADV

Leggi anche


Ratafià: la storia e la ricetta del liquore

Daniela Acquadro il 10 set 2021

Salento: la masseria Bellimento e i suoi formaggi

Pierpaolo Di Nardo il 27 lug 2021

Alpaca e grani antichi nel Chianti

Valentina Paolini il 13 lug 2021