Torna a inizio pagina

Che fine ha fatto Gastronauta?

Scoprilo qui

Spirulina e altre microalghe per una cucina più sostenibile

L'azienda MICROALGAEtech produce alghe d'acqua dolce sostenibili, per il nostro benessere e per quello dell'ambiente



Negli ultimi anni, sempre di più, la cucina tende verso il green. Orientata in una direzione friendly vegetables, ha fatto sue parole come sostenibilità, rispetto per l'ambiente, etica. In questa ottica è diventato rilevante il cibo vegetale, a cui sono state riconosciute virtù terapeutiche grazie soprattutto alla diffusione del trend dei cosiddetti superfood, alimenti considerati elisir di lunga vita. Spirulina, alghe e microalghe in primis.
Spirulina

L'azienda campana che produce microalghe sostenibili

MICROALGAEtech è una giovane azienda campana, specializzata nella produzione di microalghe. Una scelta dettata dalla necessità di creare un modello economico proiettato in un futuro più sostenibile e responsabile. L’azienda, capitanata da Giovanni Rizzo, si trova nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, nell’alta Val Calore, in un territorio ancora incontaminato, patria della dieta mediterranea. MICROALGAEtech promuove stili di vita salutari ed eco-sostenibili per il pianeta, cerca di migliorare la salute dei consumatori e diffondere una nutrizione sana. La tecnologia chiave è basata proprio sul processo che la natura ha sviluppato per immagazzinare l'energia solare: la fotosintesi. Durante la fotosintesi, le microalghe sfruttano l'energia solare, trasformano l'anidride carbonica in biomassa (proteine, polisaccaridi, lipidi) e liberano ossigeno. Le alghe vengono raccolte regolarmente, subendo un processo di pre-filtrazione e gentile separazione meccanica. La tecnologia usata è interamente meccanica, superiore in termini di prestazioni ed efficienza energetica rispetto allo standard del settore. Si ottiene una pasta algale intatta e viva. L'acqua che è separata dalle alghe viene quindi recuperata, sanificata e riciclata nella cultura, in modo che nuove alghe possano crescere. Nel loro ciclo vitale producono vitamine, acidi grassi essenziali e antiossidanti, utili per la nostra salute e il nostro benessere. Le alghe allevate, in particolare Spirulina Platensis, sono microscopiche piante di acqua dolce, ricche di nutrienti sani e principi attivi naturali.
Spirulina e microalghe

Perché la spirulina fa bene?

La Spirulina è una microalga d’acqua dolce, dal colore verde-blu appartenente alla famiglia dei cianobatteri. Presenta un elevato valore nutrizionale, è uno dei cibi più completi in natura, la FAO l’ha definita “il cibo del futuro”. Ha un alto contenuto di proteine, 60-65% (tre volte le proteine della carne), in particolare di amminoacidi essenziali. Contiene minerali, come ferro (prezioso antianemico), magnesio, manganese, potassio, calcio, fosforo, zinco e il raro selenio; vitamina A, vitamine del gruppo B (B1, B2, B3, B6, B12) acido folico, inositolo, ac. pantotenico, vitamina C, E, K. La spirulina è ricca di pigmenti quali clorofilla e ficocianina (ottimo antiossidante), zeaxantina, luteina, betacarotene. Ha un basso contenuto calorico, è priva di colesterolo e contiene solo il 5% di grassi. È considerata un integratore alimentare, adatta a diete vegetariane e vegane, per chi pratica sport, per chi ha carenze alimentari o vuole dare energia alla propria vita. Non contiene iodio. La sua produzione ha un ridotto impatto ambientale, non causa erosione del terreno, contaminazione di acqua e deforestazione, ma riduce l’utilizzo di erbicidi e pesticidi tossici, inoltre grazie al processo della fotosintesi sequestra CO2 e contribuisce all’abbattimento dei gas serra.

ADV

Leggi anche


Uova da galline libere e felici

Michela Brivio il 17 giu 2021

Cara mi costò quella acciuga

Davide Paolini il 08 giu 2021

Sostenibilità, sappiamo di cosa stiamo parlando?

Matteo Faccioli il 03 giu 2021