Torna a inizio pagina

Che fine ha fatto Gastronauta?

Scoprilo qui

Zabaione

Lo zabaione. Le ricette del Gastronauta fatte di ricordi e antiche tradizioni



Se nonna Adele mi rincorreva con il Vov, mia zia Elia non era da meno con lo zabaione: un gusto che non dimenticherò mai. Di solito me lo preparava alle cinque del pomeriggio, quando sudato tornavo dalla partita a pallone. Magari fosse ancora lì pronta con la tazza!

Curiosità: Marsala 

Fu sul finire del ‘700 che Marsala, per intuizione di un mercante inglese, divenne centro di produzione dell’omonimo vino liquoroso; da allora è il vino dolce per eccellenza della Sicilia.

secondo la Doc, che ha ottenuto nel 1969, si vinifica da uve bianche Grillo, Catarratto, Inzolia e Damaschino e uve rosse di Pignatello calabrese, Nerello mascalese e Nero d’Avola, alle quali si può aggiungere alcool etilico o acquavite di vino e mosto cotto, concentrato o fresco.

Ingredienti

  • 4 tuorli d’uovo
  • 120g di zucchero
  • 2 bicchierini di Marsala o vino bianco secco

 

Procedimento

Come preparare lo zabaione

  1. In una bastardella (tegame basso di rame o di terracotta) montate i tuorli d’uovo con lo zucchero fino a ottenere un composto spumoso.
  2. Continuando a mescolare versate poco alla volta il Marsala o il vino.
  3. Cuocete la crema a bagnomaria, a fuoco moderato, continuando a mescolare finché il composto comincia a montare. Ritirate subito dal fuoco.
  4. Servite caldo o freddo con biscotteria secca.

ADV

Leggi anche


Tellaro, Gianni D'Amato riapre la Miranda

Davide Paolini il 26 lug 2021

Un resort con cucina sul Lago Trasimeno

Andrea Febo il 23 lug 2021

Piatti freddi estivi: con quali birre?

Cristina Rombolà il 21 lug 2021