Torna a inizio pagina

La ricetta del gelato con Speck Alto Adige IGP e sciroppo d’acero

Un dolce con lo Speck Alto Adige IGP, ottimo per arrivare freschi a Capodanno.



E se vi dicessimo che lo Speck Alto Adige IGP non è buonissimo solo con le ricette salate, ma si adatta bene anche ai dolci? Ci credereste? Ebbene sì, il prodotto simbolo dell’Alto Adige è ottimo anche a inizio o a chiusura pasti, in una colazione o in un dessert degni di chiamarsi tali.

Per questo periodo di passaggio, tra Natale e Capodanno, abbiamo pensato a un dolce che, una volta provato, difficilmente potrete resistere dal non mangiarlo spesso. Un gelato con Speck Alto Adige IGP e sciroppo d’acero, che ci piace molto per tre motivi.

Il primo è relativo al territorio: il latte proveniente dall’Alto Adige ha una qualità superiore che arricchisce di gusto e cremosità i prodotti derivati, come yogurt e gelato.

E poi (secondo motivo), un gelato fresco che sgrassi tutti i banchetti opulenti del Natale ci sta eccome per arrivare carichi al Capodanno.

Inoltre il gelato è buono sempre, d’estate e d’inverno, senza limiti di stagionalità. Il gusto particolare dello Speck Alto Adige IGP, poco salato e speziato si sposa in modo ottimale con il dolce del gelato ed è il dolce speciale per il tuo Capodanno.

Ecco quindi i consigli su come preparare il gelato con Speck Alto Adige IGP e sciroppo d’acero. Una ricetta che strizza l’occhio all’Italia tutta, all’Alto Adige e che profuma anche un po’ di Canada.

Ricetta Gelato Speck Alto Adige IGP

Ingredienti

PER IL GELATO

4 tuorli
1 pizzico sale
110 g sciroppo d’acero
60 g cubetti di Speck Alto Adige IGP
400 ml panna fresca liquida

PER IL TOPPING

40 g cubetti di Speck Alto Adige IGP
16 gherigli di noci pecan
1 cucchiaio sciroppo d’acero

Procedimento

PER IL GELATO

1. Mettete la panna in un pentolino e scaldatela fino a quando accenna a bollire, quindi spegnete il fuoco.

2. Nel frattempo mettete i tuorli in una ciotola adatta alla cottura a bagnomaria e montateli insieme al sale fino a quando saranno spumosi. Mettete da parte 2 cucchiai di sciroppo d’acero (1 se preparate la dose per 2 e 4 se preparate la dose per 8 persone) e versate il resto dello sciroppo a filo nel composto di uova, continuando a lavorare con le fruste per un paio di minuti circa.

3. Versate quindi la panna, sempre a filo, continuando a montare il tutto con le fruste elettriche. Quando tutta la panna sarà incorporata, mettete la ciotola su un pentolino con un fondo di acqua. Accendete il fuoco medio-basso e, continuando a lavorare con le fruste elettriche, scaldate il tutto fino a quando il composto diventerà più denso e cremoso.

4. Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare per un’oretta circa, mescolando ogni tanto. Quindi trasferite in frigo per un’altra ora.

5. Nel frattempo scaldate una padella e mettete i cubetti di Speck Alto Adige IGP a rosolare per un paio di minuti, mescolando ogni tanto. Aggiungete lo sciroppo d’acero e lasciate caramellare per un minuto circa, mescolando. Trasferite su della carta da forno e lasciate raffreddare.

6. Trascorso il tempo di raffreddamento in frigo, riprendete il composto di uova e sciroppo d’acero e incorporate i cubetti di Speck Alto Adige IGP con una spatola. Trasferite il tutto in un contenitore adatto e mettete in freezer per almeno 5 ore, mescolando ogni tanto, possibilmente anche ogni 30 minuti per le prime 4 ore, in modo da ottenere un gelato bello cremoso.

PER IL TOPPING

1. Tritate grossolanamente le noci pecan.

2. Scaldate una padella antiaderente e mettete i cubetti di Speck Alto Adige IGP a rosolare per un minuto circa, mescolando ogni tanto. Aggiungete le noci pecan tritate e fate rosolare/tostare tutto insieme per un altro minuto.

3. Versate lo sciroppo d’acero e lasciate caramellare per un minuto, mescolando.

4. Trasferite su della carta da forno e lasciate raffreddare.

ULTIMAZIONE

Servite il gelato con Speck Alto Adige IGP e sciroppo d’acero in coppette o bicchierini, guarnito con il topping di Speck Alto Adige IGP e noci pecan.

SUGGERIMENTO

Per un tocco in più, aggiungete un rametto di rosmarino e una fetta di Speck Alto Adige IGP arrotolata.

CURIOSITA': COME SI CONSERVA LO SPECK ALTO ADIGE IGP

Lo sapevate che…

Se dopo le feste dovesse avanzarvi dello Speck Alto Adige IGP, ecco qualche consiglio per conservarlo al meglio.

1. Conservate sempre lo speck al fresco (circa 5°C), al riparo dalla luce o in frigo, se è confezionato sottovuoto dura per molti mesi.

2. È bene liberare il prodotto dal sottovuoto almeno un quarto d’ora prima di consumarlo per consentirgli di sprigionare appieno il suo aroma.

3. Se togliete lo speck dalla sua confezione, potete conservarlo per qualche settimana avvolgendolo in un panno di stoffa o fra due piatti fondi.

4. Se sulla superficie dello speck dovessero svilupparsi eventuali muffe, causate magari dall’elevato grado di umidità, potete toglierle senza compromettere la qualità del prodotto.

ADV