Torna a inizio pagina

Che fine ha fatto Gastronauta?

Scoprilo qui

Tortello alla lastra, dove mangiarlo

Tortello alla lastra del Casentino: come si presenta, con cosa è farcito e dove lo potete mangiare



Di versioni di tortelli ne esistono tante. Con la sfoglia all’uovo o senza, ripieni di carne, di ricotta e spinaci o di patate; fritti, quadrati, tondi e ancora molte altre. In Casentino ne esiste uno davvero speciale: il Tortello alla lastra.

Come nasce il tortello alla lastra del Casentino

Specialità gastronomica tipica della montagna tra Romagna e Toscana, il Tortello alla lastra si presenta come un grande raviolo di dimensioni variabili tra i 10 e i 20 cm.

In tempi di transumanza è stato precursore dello street food, un piatto elaborato e genuino della tradizione contadina, che ci si portava dietro quando si migrava per far pascolare le greggi e c'era bisogno di cibo nutriente e poco ingombrante da poter cuocere facilmente, su pietre scaldate dal fuoco.

Il tortello alla lastra, per motivi di praticità, nasce con la patata, reperibile in ogni periodo dell’anno e ancora oggi alla base del suo ripieno.
Il tortello alla lastra del Casentino

Dove mangiare il tortello alla lastra nel Casentino

Per assaggiarlo nelle sue forme più autentiche e nei suoi luoghi di origine, consigliamo il Mattarello a Poppi, laboratorio, punto vendita e ristoro del vero tortello alla lastra.

Come tradizione vuole, qui il ripieno, oltre alla patata, prevede anche sedano, carote, cipolle, erbe aromatiche, peperoncino, aglio e concentrato di pomodoro. Matteo e la mamma Donatella non si limitano a interpretare in modo magistrale questa ricetta, ma anche a divulgarne i segreti in lezioni di cucina all’insegna della tradizione culinaria casentinese.

Una cucina che vanta numerose chicche, come il tortello casentinese fatto con pasta all’uovo, ripieno di patate lesse, maiale, olio evo, sale e pepe, spezie varie; o il raviolo con ricotta fresca del pastore e erbe di stagione.
-
Il Mattarello
Piazza Garibaldi 33, Poppi (AR)
doni.mattarello@gmail.com
0575.520232 | 334.5611661
Aperto sempre (su prenotazione), eccetto lunedì pomeriggio
@ilmattarellopoppi
Il tortello alla lastra del Casentino del Mattarello a Pioppi

E dove a Firenze?

Calistro a Firenze rappresenta invece l’evoluzione del tortello alla lastra. Nasce nel 2017 con l’idea di realizzare uno Street food gourmet. Oggi si ama definire un bistrot Urban casual, ma al di là degli inglesismi è un posto dove si fanno le cose molto per bene e dove il palato ringrazia commosso.

Ambiente informale, ci si serve da soli e si può scegliere tra il tortello basic abbinato a taglieri di salumi e formaggi, della macelleria di Soci nel cuore del Casentino, e quelli con ricette particolari come il tortello con capocollo di grigio, burrata e zucchine; o il tortello ripieno di pesto di pomodori secchi, spinacio appena saltato, ricotta fresca e mandorle, tanto per fare due esempi decisamente appetitosi.

Anche i vini e le birre in carta arrivano dal Casentino e un’ulteriore particolare menzione va ai formaggi della “Casa di Pallino”, con lavorazione a crudo del latte di pecore che pascolano beate e libere tra i prati casentinesi. Provare per credere.
-
Calistro
Lungarno Benvenuto Cellini 43/r, Firenze
055.6812904
Chiuso: lunedì e martedì
calistrofficial.com/
Il Tortello alla lastra del Casentino di Calistro a Firenze

ADV

Leggi anche


Sei street food da provare in Calabria

Cristina Rombolà il 19 lug 2021

Alpaca e grani antichi nel Chianti

Valentina Paolini il 13 lug 2021

Romano: il ristorante di pesce a Viareggio

Davide Paolini il 28 giu 2021