Torna a inizio pagina

Che fine ha fatto Gastronauta?

Scoprilo qui

Giardiniera fatta in casa

Come preparare in casa la giardiniera. Dal taglio delle verdure, alla bagna al barattolo: tutti i passaggi



La giardiniera è la compagna ideale del classico antipasto all’italiana: il tagliere di salumi e formaggi. Sia la giardiniera, sia il taglierone nazionale sono spesso bistrattati dai gastrofighetti, che li annoverano tra i cibi cheap e dozzinali. Noi altri, invece, godiamo nell’ordinare in una trattoria di paese questo meraviglioso apripista, che presenta prelibatezze diverse di regione in regione.

Non sanno cosa si perdono quando il ciauscolo incontra il cetriolo, il salame Felino sposa la cimetta di cavolfiore, il pecorino di Pienza sfida un pezzetto di sedano. Al prosciutto di San Daniele piace arrotolarsi voluttoso intorno a un bastoncino di carota, al finocchio tuffarsi spensierato nella burrata. E mentre il peperone decide di abbracciare teneramente una scaglia di Castelmagno, la ‘nduja si adagia cedevole sul pane con lo zucchino. Per finire una cipollina, in purezza.
La Giardiniera fatta in casa

La giardiniera è stata sdoganata

A dirla tutta, negli ultimi anni la giardiniera è stata sdoganata, grazie anche ad alcune aziende che ne producono varianti deliziose, come la Giardiniera di Morgan. Però farla in casa procura una certa soddisfazione. Se ne preparate un congruo numero di vasetti, e la regalate ai vostri amici, avrete distribuito un po’ di gioia sott’aceto.

Esistono molte interpretazioni della giardiniera, tutte altrettanto buone: con verdure precotte o messe nel barattolo a crudo; la bagna può essere forte, delicata, agrodolce; molta differenza la fanno la scelta degli ortaggi (freschissimi e di stagione) e dell’aceto (buono), così come delle spezie e delle erbe utilizzate per insaporire.

Qualche giorno fa ho preparato la versione con le verdure crude e la bagna forte, ma agrodolce. Questa la ricetta.

Ingredienti

Per 6 barattoli di vetro da 500 ml

Per la bagna
1 l di vino bianco, 750 ml di aceto di vino bianco, 50 ml di olio extravergine d’oliva, 2 foglie di alloro, 1 cucchiaio di sale grosso, 3 cucchiai di zucchero, 1 cucchiaio di pepe nero in grani, 1 cucchiaino di bacche di ginepro, 6 chiodi di garofano, 1 mazzetto di aneto fresco o di coriandolo, 6 cucchiaini di semi senape.

Per le verdure
3 kg e ½ di verdure, secondo la stagione: cavolfiori, carote, cetrioli, zucchini, sedano, taccole, fagiolini, peperoni, cipollotti, finocchi, rapanelli.
Come fare a casa la giardiniera di verdure

Procedimento

I passaggi sono sei.

1. Sterilizzazione, fase 1: disponete sul fondo di un pentolone i barattoli di vetro aperti e i loro coperchi. Riempite la pentola d’acqua, oltre il bordo dei vasi, e accendete il fuoco. Da quando l’acqua bolle, aspettate una mezz’ora prima di spegnere la fiamma. Quindi togliete i barattoli e i coperchi dall’acqua bollente: metteteli ad asciugare a capo di sotto, su uno strofinaccio pulito.

2. La bagna: in una casseruola versate il vino, l’aceto, l’olio, il sale, lo zucchero, l’alloro, il ginepro, i chiodi di garofano e i grani di pepe. Cuocete per una decina di minuti.

3. Le verdure: pulite le verdure. Tagliatele come meglio credete: a rondelle, a bastoncini, a tocchetti… Davvero, è indifferente. Lasciatevi guidare dal vostro senso estetico! L’importante è che non siano pezzi né troppo grandi, né troppo piccoli.

4. I barattoli: riempite i vasetti sterilizzati, prima ciascuno con due rametti di aneto e un cucchiaino di grani di senape, poi con le verdure, cercando di incastrarle bene in modo da ridurre gli spazi vuoti. Versate il liquido della bagna, distribuendo equamente anche i chiodi di garofano, il pepe e il ginepro. Chiudete.

5. Sterilizzazione, fase 2: rimettete i barattoli nel pentolone e versate acqua fino ad arrivare appena sotto l’attaccatura del coperchio. Bollite per venti minuti. Poi disponeteli sul tavolo di cucina e copriteli con una coperta di lana. Passata qualche ora, si sarà creato il sottovuoto. Riponete i vasetti al buio.

6. Aspettate due mesi prima di aprire la giardiniera.

ADV

Leggi anche


Grigliata perfetta: quali carni e quali birre?

Cristina Rombolà il 14 lug 2021

Tequeños, la ricetta venezuelana

Francesca Palenzona il 17 giu 2021

Il Pomodorino del Piennolo: virtù e caratteristiche

Valentina Paolini il 30 apr 2021